La prima edizione del GIANNI BERGAMO CLASSIC MUSIC AWARD – Concorso di composizione 2007 ha visto la partecipazione di ben 170 compositori.

La giuria, dopo aver esaminato tutti i lavori nel corso del mese di maggio, ha eletto i vincitori.

Con la presente abbiamo quindi il piacere di comunicarvi i nomi dei premiati della prima edizione del GIANNI BERGAMO CLASSIC MUSIC AWARD – Concorso di composizione 2007:

3 premi equivalenti in denaro (Euro 13’000 ciascuno).

I cinque brani verranno eseguiti dall’ensemble recherche in occasione della
Cerimonia di premiazione che si terrà a Zurigo, domenica 18 novembre 2007 alle ore 16.00 nel centro Kaufleuten nell’ambito del Festival Tage für neue Musik (www.tfnm.ch)

Giuria 2007
Maestro Gianni Bergamo, direttore
Urs Frauchiger, cellista
Beat Furrer, compositore
Marcello Parolini, pianista
Nadir Vassena, compositore

I vincitori 2007

Panayiotis Korkoras (Grecia), 1° premio

con il brano “Braided Fractures” per flauto, clarinetto, pianoforte, violino, viola e violoncello

Panayiotis Kokoras (Grecia 1974), laureato all’Università di York (Inghilterra), nel settembre 2003 è tornato in Grecia. Attualmente insegna composizione elettroacustica all’Università Aristotele di Salonicco ed è presidente dell’Associazione ellenica di compositori di musica elettroacustica (HELMCA). Ha ottenuto numerosi riconoscimenti e incarichi, tra i quali commissioni da IRCAM (Parigi), FROMM (Harvard University), MATA (New York) ed oltre 27 distinzioni e premi a concorsi internazionali quali Pierre Schaeffer 2005 (Italia), Musica Viva 2005 e 2002 (Portogallo), Gaudeamus 2004 e 2003 (Olanda), Bourges Residence Prix 2004 (Francia), Insulae Electronicae 2003 (Italia), Concorso Jurgenson 2003 (Russia), Concorso internazionale di Seoul 2003 (Corea).

Le sue opere vengono spesso eseguite a festival e stagioni concertistiche internazionali in tutta Europa, Asia e America. Le registrazioni della sua musica in 14 raccolte su CD sono state pubblicate da case discografiche quali Miso Musica, SAN / CEC, Independent Opposition Records, ICMC2004, LOSS, Host Artists Group, Musica Nova, Computer Music Journal (MIT Press) ecc.

Carlo Ciceri (Italia), 2° premio

con il brano “Schianto” per flauto, oboe, clarinetto, percussioni, violino, viola, violoncello e pianoforte

Carlo Ciceri è nato a La Spezia nel 1980. Si è diplomato in Pianoforte (Conservatorio “Puccini”, La Spezia), Musicologia (Università di Pavia – Cremona) e Direzione d‘Ensemble (Conservatorio della Svizzera Italiana, Lugano).

Ha seguito vari corsi e mastercalsses di composizione (Ircam, Acanthes, Impuls Akademie, Irmus), incontrando, fra gli altri, B. Ferneyhough, B. Furrer, K. Huber, H. Lachenmann, S. Sciarrino.

Attualmente studia Composizione con J. Baboni-Schilingi, N. Vassena e G. Verrando.

Le sue composizioni hanno ricevuto diversi premi e segnalazioni e sono eseguite in Francia, Germania, Italia e Svizzera.

Simone Movio (Italia), 3° premio

con il brano “Di fragili incanti” per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte

Simone Movio (1978) attualmente studia presso il Conservatorio J.Tomadini di Udine nella classe di Renato Miani.

Fondamentali per la sua formazione gli incontri con Beat Furrer all’Universität für Musik und Darstellende Kunst di Graz (2005/2006) e ad IMPULS 2005 e 2007, con Stefano Gervasoni presso l’Accademia Tema di  Milano.

Finalista al Concorso Internazionale di Composizione “ Dresden 2006-Klang-Stadt-Stille” ha vinto il primo premio assoluto al “III Concorso di Composizione Città di Varese”.

Sue opere sono state eseguite in diverse occasioni tra cui si ricordano: Dresda 2006 (Elole Piano Trio), Museum der Moderne Salzburg, Iperbole: incontro con  il poeta Andrea Zanzotto.

Scrive.

Inoltre la giuria ha selezionato, oltre ai tre brani vincitori, anche i seguenti due brani per l’esecuzione con l’ensemble recherche:

Erin Gee (USA)

con il brano “Mouthpiece VIII.i” per flauto, clarinetto, percussioni, viola e violoncello

Erin Gee ha conseguito il Bachelor of Music and Masters’ of Arts di pianoforte con Réne Lecuona e di composizione con Lawrence Fritts alla University of Iowa.

Dal 2001 al 2005 ha studiato con Beat Furrer alla Kunst Universität di Graz (Austria).

Nel 2005 è stata Resident Artist alliAkiyoshidai International Art Village (Giappone).

Le sono stati assegnati numerosi premi, tra cui Premio Samuel Barber di Roma (2007), International Rostrum of Composers “Selected Piece” (2007), Judith Lang Zaimont Prize (2006), Look & Listen Festival Prize New York (2005), Publicity Prize SKE Fund Austria (2005), borsa di studio di composizione dello stato austriaco (2005) e Impuls Composition Prize (2004).

Juan María Cué (Spagna)

con il brano “El espacio interior” per flauto, clarinetto, percussioni, pianoforte

Juan María Cué ha studiato violoncello con Alexander Fedorchenko e Mikhail Milman, composizione con Leonardo Balada e José Luis de Delás; attualmente sta approfondendo le sue nozioni musicali con Mauricio Sotelo. Ha frequentato corsi e seminari con H. Lachenmann, S. Sciarrino, K. Saariaho e M. Sotelo, partecipando inoltre agli Incontri di composizione del INJUVE ’04, ’05 e ’06.
Ha conseguito diversi premi: Instituto Nacional de Juventud 2005, “Joaquín Turina” 2004 (Siviglia), Principato delle Asturie 2002, menzione d’onore al Gianni Bregamo Classic Music Award 2007 (Lugano, Svizzera).
Sue composizioni sono state interpretate e registrate su CD da Proyecto Guerrero (Madrid), Grup Instrumental de Valencia y Joan Cerveró, EK Ensemble Contemporáneo de Asturias, Weber Trío, ecc.